Imparare a parlare in pubblico è importante perché in molte situazioni della vita di tutti i giorni ci si trova a dover affrontare momenti simili.

Molti di noi sono abituati ad associare la capacità di parlare in pubblico solo ad alcuni mestieri (come l’avvocato o l’insegnante) ma in realtà molti più professionisti si trovano a dover imparare quest’arte.

Infatti quasi tutti i mestieri hanno ormai un aspetto di presentazione in pubblico, come un progetto da esporre, un corso o la preparazione di un colloquio.

Ma saper parlare in pubblico può rappresentare un vero blocco emotivo, il più delle volte dovuto all’inesperienza o al fatto di non possedere gli strumenti basilari di questa disciplina.

La paura di parlare in pubblico

L’ansia di parlare di fronte a una platea più o meno ampia inibisce molte persone o professionisti che si trovano completamente bloccati dall’ansia da prestazione, dalla paura di non essere all’altezza di catturare l’attenzione di chi li ascolta o dal dubbio di non essere abbastanza chiari nell’esposizione.
Allora si tende a evitare di parlare in pubblico ma, evitandolo, si conferma l’aspettativa “negativa” visto che non ci si espone a una situazione che potrebbe permettere di superare l’ansia.

Se ci si sofferma sulle motivazioni “reali” che provocano la paura di parlare in pubblico, abbiamo:

  • l’inesperienza o la non conoscenza degli strumenti
  • la poca fiducia in se stessi o nei contenuti da esporre
imparare a parlare in pubblico, la paura di parlare in pubblico

Paura di parlare in pubblico: non conoscere la materia

Il primo fattore che genera la paura di parlare di fronte a un uditorio è sicuramente dovuto alla non conoscenza della materia.

Come anticipato, il parlare in pubblico è un’arte e, come tutte le discipline, ha delle regole e degli strumenti ben precisi.

Un buon public speaking prevede di sapere come muoversi su un palco, come stare davanti alle persone, respirare, usare agevolmente la voce, o rilassarsi di fronte a un gruppo di persone più o meno numeroso.

Ansia di parlare in pubblico: poca fiducia in se stessi

All’inesperienza si deve tenere conto delle paure legate alla fiducia in se stessi, al credere nel valore di quello che si sta facendo o di quello che si sta comunicando.

E’ importante ragionare sui contenuti: puntare sul valore di quello che si sta trasmettendo e sulla passione.

La passione, infatti, è lo strumento più efficace di coinvolgimento.

Se l’uditorio vede una persona piena di voglia che crede in quello che fa è chiaro che qualsiasi aspetto legato al senso di imbarazzo o di inadeguatezza rimanga marginale e secondario.

Come superare la paura di parlare in pubblico?

La paura di arrossire, di parlare con la voce che si strozza in gola, di dimenticare le parole o di parlare troppo velocemente o troppo lentamente sono tutte paure provocate dalla poca esperienza della materia.

Inoltre è importante pensare che tutti condividono questo tipo di emozione e di imbarazzo.

Anche al presentatore più esperto può capitare!
Si tratta di un nervosismo comprensibile.

Spesso quando si ha questa paura, si tende a cercare di controllare la propria ansia nel tentativo di non mostrarla agli altri.

In questo modo ci si concentra solo sull’agitazione e si perde il controllo sull’obiettivo reale, ovvero lo speech.

Una strategia è quella di esporsi sempre di più a partire da situazioni meno ansiogene ma il consiglio migliore è quello di saper gestire la materia, imparando tutte le sue tecniche.

come superare la paura di parlare in pubblico

Perché un corso per parlare in pubblico?

Parlare in pubblico è un’arte e frequentare un corso professionale è indispensabile per imparare tutte le coordinate di questa materia.

Il corso permette di muoversi, con agilità e agio, all’interno di uno speech. Di avere padronanza e conoscenza della situazione.

“Come parlare in pubblico” in modo chiaro ed efficace è l’obiettivo del corso di Public Speaking di Prossimo Livello.
Le lezioni permetteranno di acquisire gli strumenti necessari per organizzare un discorso e per gestirlo a livello tecnico ed emotivo.
L’interazione studente-insegnante personalizzata e la possibilità di fare domande di persona fanno la differenza perché ogni presentazione e ogni iscritto avrà il tempo e la possibilità di imparare (con la teoria e con la pratica) in base alle proprie uniche esigenze.

Scopri il programma del corso: prossimolivello.academy